Mese: febbraio 2012

#salvaiciclisti è il nuovo movimento per una movimentazione urbana sostenibile

Tu non sei bloccato nel traffico. Tu sei il traffico.

Tu non sei bloccato nel traffico. Tu sei il traffico.

E’ da qualche giorno che nella rete si sente un gran parlare di #salvaiciclisti, un nuovo movimento derivato dalla volontà di rendere migliore e sicura la vita dei ciclisti e di chi si sposta in strada in bicicletta. Avverto un cambiamento, l’idea di una città a misura di bicicletta, non lo sentite anche voi? Questo blog approva e aderisce alla campagna salva i ciclisti!

Oltre all’account twitter esiste anche un gruppo su facebook, e una pagina ufficiale.

Aggiornamento: il sito ufficiale della campagna salviamo i ciclisti!

Annunci

Libri e appunti sugli automi cellulari

appunti sugli automi cellulari

Alcuni esempi di automi cellulari unidimensionali

Raccolgo qui delle risorse sugli automi cellulari, come base per iniziare a conoscerli e comprenderli. Non è una cosa facile percepirne la loro potenzialità e il loro significato intrinseco. Con automa cellulare si intende un modello matematico discreto in grado di descrivere perfettamente un sistema biologico complesso, come ad esempio la crescita di una foglia di palma, le fantasiose colorazioni di una conchiglia, la proliferazione nello spazio di una certa specie biologica.
 

Come l'automa cellulare descrive pattern biologici

Come l'automa cellulare descrive pattern biologici


Immagine da Cellular Automata.
 

Ho creato una pagina su facebook sugli automi cellulari, unico luogo di ritrovo italiano dove poter scambiare informazioni e conoscenze!

Qui un elenco di articoli e pubblicazioni interessanti trovati in rete:

 

Vi consiglio A New Kind of Science, il libro bibbia sugli automi cellulari. E’ stato scritto dal fisico matematico Stephen Wolfram, che negli anni ottanta sperimentò per primo automi cellulari computazionali.

Altri libri di interesse:

 

Da piccolo sono stato rapito dagli alieni e non lo sapevo

Questo è il test che propone Corrado Malanga nel suo Abduction Protocol per identificare senza alcun dubbio se un bambino è stato rapito dagli alieni.
Mi sembra infallibile! =D

Hirt Test

Il test di Hirt è un test proiettivo che consiste nel far vedere al bambino alcune figure e chiedergli di identificarle. Immancabilmente se il soggetto ha avuto rapimenti: identifica la figura del grigio con espressioni del tipo "è quello che mi viene a prendere di notte quando i miei genitori dormono"

Primo buco nero fotografato al cern di ginevra

La terra sarà distrutta da un buco nero? Secondo calcoli quantistici, che inglobano al loro interno la nuova teoria delle superstringhe sviluppata proprio al cern di ginevra, la terra verrà inghiottita dal buco nero nei nove mesi successivi al 31/09/2012, assicurando la fine del mondo all’umanità intera.


Il 31 gennaio del 2012, durante la fase di accensione e di start up del nuovo mega acceleratore di particelle, è stata rivelata una forte emissione di raggi gamma in un particolare punto dell’acceleratore. Si tratta del primo buco nero prodotto dall’uomo. Gli scienziati che stanno continuando a studiare questo fenomeno fisico in veloce espansione, si dicono sconfitti dalla manifestazione della natura e delle sue leggi fisiche. La fine del mondo sembra vicina, eppure così illogica e utopistica. La filosofia degli ultimi secoli non ci ha fornito ancora le basi per superare questo fatidico momento, ed elevarci ad entità fisiche superiori. Nonostante tutto, la determinazione e la devozione dei ricercatori alla scienza ed alla letteratura scientifica continua a persistere anche in una situazione catastrofica come quella in cui ci troviamo. Un evento così sensazionale non si era mai potuto osservare così da vicino, e sottrarsi allo studio di un tale fenomeno risulterebbe contrario ad ogni etica morale, scientifica e giuridica che il mondo ha plasmato come propria immagine e somiglianza. Il team di scienziati che lavora al progetto si è fatto scappare una piccola chicca: al neonato buco nero è stato assegnato il nome di Pernolino.