Bicicletta

#salvaiciclisti è il nuovo movimento per una movimentazione urbana sostenibile

Tu non sei bloccato nel traffico. Tu sei il traffico.

Tu non sei bloccato nel traffico. Tu sei il traffico.

E’ da qualche giorno che nella rete si sente un gran parlare di #salvaiciclisti, un nuovo movimento derivato dalla volontà di rendere migliore e sicura la vita dei ciclisti e di chi si sposta in strada in bicicletta. Avverto un cambiamento, l’idea di una città a misura di bicicletta, non lo sentite anche voi? Questo blog approva e aderisce alla campagna salva i ciclisti!

Oltre all’account twitter esiste anche un gruppo su facebook, e una pagina ufficiale.

Aggiornamento: il sito ufficiale della campagna salviamo i ciclisti!

Annunci

Scoprire la campagna pordenonese in bicicletta

Vi consiglio un bel giro rilassante tra il verde e la tranquillità dei campi pordenonesi, da fare rigorosamente in bicicletta in una giornata di bel tempo! Questo il tragitto di massima: partenza dal cimitero comunale di Pordenone, verso Rorai, Porcia, Pieve, Palse, Tamai, Brugnera.
Clicca per aprire il percorso.

Lago della Burida: prima sosta sulle rive del più famoso lago artificiale della città. Potete ammirare magnifici cigni in e anatre in libertà. Sconsigliata la balneazione! Maneggio cavalli, soffermatevi ad osservare silenziosamente i cavalli del maneggio di via Cappellari. Odore di mucche, deliziatevi con l’inebriante fragranza di sterco di vacca di via Rustighel. Campanile di Tamai, fatevi abbagliare dal maestoso campanile di Tamai. A guardarlo troppo a lungo, vi farà male il collo. I.P.S. Brugnera: fermatevi a visitare il complesso del mobile, un luogo storico e tutt’ora all’avanguardia, dove giovani menti coltivano e studiano l’interesse per il design e la ricerca raffinata di oggetti e soluzioni d’arredo.